Emicrania legata a un maggiore rischio di problemi cardiaci

I pazienti con emicrania potrebbero anche affrontare un aumento del rischio di infarti , ictus, coaguli di sangue e battito cardiaco irregolare , suggerisce un nuovo studio. Il rischio per la salute del cuore sembra essere più forte nel primo anno dopo la diagnosi di emicrania, ma persiste fino a due decenni, ha detto il ricercatore capo Dr. Kasper Adelborg. È un postdottorato di epidemiologia clinica presso l’ospedale universitario di Aarhus in Danimarca.

“L’accumulo di prove sostiene che l’emicrania dovrebbe essere considerata un importante fattore di rischio per la maggior parte delle malattie cardiovascolari sia negli uomini che nelle donne”, ha detto Adelborg.

Per lo studio, Adelborg ed i suoi colleghi hanno raccolto dati da pazienti trattati negli ospedali danesi e nelle cliniche ambulatoriali ospedaliere tra il 1995 e il 2013. Basandosi su un campione di più di 51.000 pazienti con emicrania e poco più di 510.300 pazienti non emicranici. I risultati hanno mostrato che i pazienti con emicrania soffrivano più frequentemente di una serie di problemi di salute legati al cuore e ai vasi sanguigni, sebbene non fosse dimostrato un rapporto di causa-effetto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here