Mogol e Cristicchi. La storia della canzone d’autore mercoledì al Teatro Orfeo di Taranto 0

Nel concerto “Viva Mogol” sul palco del Teatro Orfeo di Taranto ci sarà oltre mezzo secolo di storia della canzone d’autore italiana, in una indimenticabile serata che vedrà le più famose canzoni scritte da Giulio Rapetti Mogol interpretate dal “cantattore” Simone Cristicchi, accompagnato dall’Orchestra ICO “Magna Grecia” diretta da Valter Sivilotti. L’appuntamento è per mercoledì prossimo 14 dicembre.

Durante il concerto sarà lo stesso Simone Cristicchi a dialogare sul palco con Mogol, il celebre paroliere e scrittore che quest’anno ha compiuto ottanta anni, svelando così al pubblico ricordi e aneddoti della vita, personale ed artistica, di questo assoluto protagonista della storia della canzone italiana.

In questo concerto si incontrano di nuovo Simone Cristicchi e Valter Sivilotti, il raffinato musicista che per il “cantattore” Cristicchi ha composto le musiche di “Magazzino 18” e, solo un anno addietro, ha scritto la versione per orchestra sinfonica e coro de “La buona novella” di Fabrizio De André, una nuova produzione dell’Istituzione Concertistica Orchestrale “Magna Grecia” per il Mysterium Festival 2015 la cui “prima assoluta” si è tenuta proprio al Teatro Orfeo di Taranto.

Nel concerto “Viva Mogol” alla voce di Simone Cristicchi saranno affidate popolarissime canzoni i cui testi sono stati scritti da Mogol: da “La prima cosa bella” ad “Acqua azzurra acqua chiara”, da “E penso a te” a “Se stiamo insieme”, da “Impressioni di settembre” ad “Anche per te”, da “Io non so parlar d’amore” a “L’arcobaleno”, da “Emozioni” a “Il mio canto libero

In questo imperdibile concerto, infatti, Simone Cristicchi canterà non solo alcune delle meravigliose canzoni del lungo e fortunato sodalizio artistico di Mogol con Lucio Battisti, ma anche tanti brani portati al successo da altri famosi “complessi” e cantanti, come Adriano Celentano, Riccardo Cocciante, Nicola di Bari e Malika-Ayane e la Premiata Forneria Marconi.

Oltre al suo rapporto con Lucio Battisti, nella sua lunghissima e straordinaria carriera Giulio Rapetti Mogol ha dato, collaborando con i più importanti cantanti e gruppi musicali, un fondamentale contributo allo sviluppo della musica leggera italiana in oltre mezzo secolo.

Si pensi che il suo primo testo ufficiale, scritto a quattro mani con Carlo Donida, fu la canzone “Briciole di baci”, interpretata da Mina nel 1960, e che già nell’anno seguente Mogol vinse il Festival di Sanremo con “Al di là”, canzone scritta sempre con Carlo Donida e interpretata da Luciano Tajoli e Betty Curtis!

“Viva Mogol” con Simone Cristicchi, Mogol e l’Orchestra ICO “Magna Grecia” diretta da Valter Sivilotti, concerto della stagione XXV “Eventi musicali” 2016-2017 dell’ICO “Magna Grecia”, si terrà mercoledì 14 dicembre (ingresso ore 20.30 – start ore 21.00), al Teatro Orfeo di Taranto, un evento reso possibile da Varvaglione Vigne & Vini.

Biglietti: poltronissima € 40, Platea centrale e I Galleria € 30 e II e III Galleria € 20; informazioni e prevendita: Orchestra ICO Magna Grecia, via Tirrenia n.4 Taranto (099.7304422) e via Giovinazzi n.28 (cell. 345.8004520) o Basile Strumenti Musicali, via Matteotti n.14 Taranto (099 4526853), www.orchestramagnagrecia.it.

Continua il progetto innovativo dell’ICO “Magna Grecia” che in questa rassegna concertistica vede, in collaborazione con Cook&Love, presentare un libro e un vino del nostro territorio, in questo concerto “Paso” di Lino de Venuto e una “etichetta” di Vini Spaviento, per colpire così non solo i cinque sensi dello spettatore, ma anche il sesto senso dell’emozione: questa è la “Stagione dei sei Sensi”!

 

Comments are closed.