Due farmaci offrono speranza contro un cancro alla prostata difficile da trattare

Due farmaci antitumorali possono bloccare la progressione di una forma particolarmente difficile da trattare di cancro alla prostata. Sia un farmaco di nuova concezione chiamato apalutamide che un farmaco già approvato chiamato enzalutamide (Xtandi) impediscono la diffusione del cancro alla prostata per due anni in uomini la cui malattia non si era ancora spostata in altre parti del corpo.

Gli uomini con una diagnosi di tumore alla prostata che non si è ancora diffuso vengono trattati per la prima volta con una terapia di deprivazione androgenica – un farmaco che deruba il tumore del testosterone che aiuta ad alimentare la sua crescita, ha detto il dott. Matthew Smith, ricercatore capo dello studio sull’apalutamide. È direttore del programma genitourinario per i tumori maligni del Massachusetts General Hospital, a Boston.

“Funziona sempre e smette quasi sempre di funzionare”, ha detto Smith. “E quando smette di funzionare, è quello che chiamiamo cancro alla prostata resistente alla castrazione”.

Fino ad ora, non ci sono stati trattamenti approvati per il cancro alla prostata in quella fase, ha detto Smith. Gli uomini vengono messi sotto osservazione finché il loro cancro non migra, a quel punto riprende il trattamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here